IL PIANO INDUSTRIA 4.0 PREVEDE IMPORTANTI AGEVOLAZIONI 

 

IPERAMMORTAMENTO FINO AL 270%

Con il Maxiemendamento alla Legge di Bilancio 2019 è arrivata la conferma dell’incentivo dell’iperammortamento per  investimenti, in ambito Industria 4.0, in nuovi macchinari e attrezzature per mantenere un livello competitivo elevato.

Gli imprenditori avranno così la possibilità di beneficiare dell’ammortamento fino al 270% della spesa effettuata per investimenti in beni strumentali nuovi, materiali e immateriali come software e sistemi IT, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi in chiave 4.0.

 

VOUCHER NAZIONALE 4.0

La Legge di Bilancio, insieme alle misure del Piano Industria 4.0, conferma l’agevolazione del vouche nazionale 4.0 riservato alle imprese. Si tratta di contributi a fondo perduto fino al 50% dei costi sostenuti per prestazioni consulenziali di natura specialistica,  funzionali ai processi tecnologici e digitali che utilizzano le tecnologie previste dal Piano Nazionale Impresa 4.0. Sono compresi progetti di trasformazione tecnologica e digitale, tecnologie di ammodernamento degli assetti gestionali ed organizzativi, interventi per l’accesso ai mercati finanziari e dei capitali. E’ prevista la modalità di presentazione a sportello.

 

FINANZIAMENTI AGEVOLATI NUOVA SABATINI

Ulteriore misura di agevolazione per le PMI è la “Nuova Sabatini”, finanziamento agevolato  previsto per investimenti per acquisto o acquisizione in leasing di macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo, hardware, software e tecnologie digitali.

Il contributo è determinato in misura pari al valore degli interessi calcolati:

  • 2.75% per gli investimenti ordinari
  • 3.575% per gli investimenti in tecnologie 4.0

 

CREDITO D’IMPOSTA PER FORMAZIONE 4.0

Credito di imposta fino al 50% delle spese relative al costo aziendale del personale dipendente per il periodo in cui è occupato in attività di formazione su tecnologie 4.0.

Sono ammissibili le attività di formazione svolte per acquisire o consolidare le conoscenze delle tecnologie previste dal Piano Nazionale Industria 4.0: big data e analisi dei dati; cloud e fog computing; cyber Security, sistemi cyber-fisici; prototipazione rapida; sistemi di visualizzazione e realtà aumentata; robotica avanzata e collaborativa; interfaccia uomo macchina; manifattura additiva; internet delle cose e delle macchine; integrazione digitale dei processi aziendali.

Sono ammessi anche i costi del personale dipendente in qualità di docente e/o tutor.

Il credito di imposta si utilizza in compensazione ed è utilizzabile a partire dall’anno successivo a quello in cui i costi sono sostenuti.