Credito d'imposta: Transizione digitale, Industria 4.0

Il Nuovo Piano Nazionale di Transizione 4.0 vede alla base la necessità di innovazione delle imprese per aumentare il loro potenziale competitivo. L’obiettivo è quello di sostenere, supportare e incentivare le imprese che investono in Ricerca, Sviluppo, Innovazione tecnologica o attraverso l’acquisto di beni strumentali nuovi, materiali e immateriali, destinati ad una progressiva transizione digitale delle imprese, sempre più a favore di un’economia circolare e della sostenibilità ambientale.
La Legge di Bilancio 2021 ha prorogato per il 2021 e 2022 il Credito d’imposta R&S, Innovazione e Design e il Credito d’imposta beni strumentali (ex super/iperammortamento).

Le principali novità riguardano le aliquote agevolative, vediamo insieme cosa cambia!

Credito d’imposta: ricerca, sviluppo, innovazione e design

La Legge di Bilancio 2021 ha introdotto anche la necessità di presentare una relazione tecnica del progetto, con finalità e risultati delle attività.

Principali novità introdotte dalla Legge di Bilancio 2021:

  • Ricerca e Sviluppo: incremento al 20% e massimale da 3 milioni a 4 milioni;
  • Innovazione tecnologica: incremento al 10% e massimale da 1,5 milioni a 2 milioni;
  • Innovazione green e digitale: incremento al 15% e massimale da 1,5 milioni a 2 milioni;
  • Design e ideazione estetica: incremento al 10% e massimale da 1,5 milioni a 2 milioni

Possono accedere al nuovo incentivo tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla forma giuridica, settore economico, dimensione e regime fiscale. L’incentivo viene riconosciuto in via automatica nella forma di credito d’imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione.

Credito d’imposta: investimenti in beni strumentali

Beni materiali: macchinari e attrezzature 4.0

  • Aliquota al 50% nel 2021 e 40% nel 2022 per spese inferiori a 2,5 milioni di Euro;
  • Aliquota al 30% nel 2021 e 20% nel 2022 per spese superiori a 2,5 milioni fino a 10 milioni di Euro;
  • Aliquota al 10% per spese superiori a 10 milioni e fino a 20 milioni di Euro.

La fruizione dei crediti è ridotta a 3 anni in luogo dei 5 anni. Compensazione immediata (dall’anno in corso dell’interconnessione).

Si invita a consultare il file ufficiale (Allegato A) per visionare quali sono gli investimenti in beni strumentali materiali funzionali ai processi di trasformazione 4.0

Beni immateriali: software 4.0

  • Aliquota al 20%;
  • Massimale a 1 milione di Euro
  • Compensazione immediata (dall’anno in corso dell’interconnessione).

Si invita a consultare il file ufficiale (Allegato B) per visionare quali sono gli investimenti in beni strumentali immateriali funzionali ai processi di trasformazione 4.0

Il nuovo incentivo si rivolge a tutte le imprese italiane, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione e dal regime fiscale.

Credito d’imposta: formazione 4.0

Estensione del credito d’imposta alle spese sostenute per la formazione dei dipendenti e degli imprenditori

 

Contattaci per ricevere maggiori informazioni e scoprire come richiedere le agevolazioni!

 

Just Consulting ti può supportare lungo l’intero percorso che prevede:

 

Consulenza prima dell’acquisto

I nostri professionisti possono fornire il supporto necessario prima dell’acquisto del bene tecnologico, al fine di valutare tutti gli aspetti tecnici, di aggiornamento, di integrazione con i sistemi aziendali, eventuali modifiche software ed hardware da intraprendere per il corretto utilizzo del nuovo macchinario o sistema informatico.

Preanalisi documentale

Analisi dei beni, o dei preventivi d’acquisto dei beni, che il cliente intende acquistare, per verificarne la presenza di tutte le caratteristiche ai fini dell’credito di imposta Industria 4.0.

È opportuno che questa analisi venga svolta prima dell’avvio dell’investimento in modo da consigliare l’azienda in merito alle caratteristiche da inserire o escludere.

Perizia asseverata

Elaborazione della Perizia asseverata, da parte di Ingegnere abilitato o ente di certificazione accreditato che potrà rilasciare una attestazione di conformità, comprensiva di analisi tecnica secondo le specifiche previste dalla normativa sopraccitata per l’ottenimento del beneficio.

Presentazione della domanda

Presentazione della domanda, in base ai requisiti richiesti dal bando di riferimento, finalizzata all’ottenimento del beneficio economico.

Contributi alle imprese, riduzione premio INAIL, formazione finanziata

 

Resta aggiornato: iscriviti alla newsletter e seguici su LinkedIn!